English Français Deutsche Espanol Nederlands Portugués Russian Svenska Suomi Greek Nihongo Zhongwen

Capanna Regina Margherita, il convegno sui "127 anni di storia del rifugio più alto d'Europa"

14 August 2020 | 16:34

13 agosto 2020 - Il prossimo 30 agosto 2020, l’ attuale Capanna Regina Margherita compirà 40 anni. Per festeggiare l’ anniversario i comuni di Alagna Valsesia e Gressoney - Le Trinitè , in collaborazione con le sezioni Cai della stessa Alagna Valsesia, Gressoney e Varallo Sesia, hanno organizzato un calendario di iniziative che si snoda per tutta la seconda metà di agosto. Domenica 16 agosto, alle 18 in Piazza Regina Margherita ad Alagna Valsesia, il presidente generale del Cai Vincenzo Torti sarà presente al convegno “ 127 anni di storia del rifugio più alto d’ Europa” , una giornata curata dal Cai Varallo per raccontare la storia della struttura, con il doppio legame scientifico e alpinistico che da sempre contraddistingue la storia del capanno margherita.

Il Cai Sicilia in prima linea nella battaglia contro gli incendi

14 August 2020 | 16:17

14 agosto 2020 - Centinaia di persone hanno manifestato domenica scorsa a Monte Cofano in provincia di Trapani per sollecitare una maggiore attenzione della Regione Siciliana alla piaga degli incendi e l'attivazione di interventi di sorveglianza basati sulle nuove tecnologie. Alla marcia era presente anche il CAI Sicilia, con il presidente Francesco Lo Cascio ed il consigliere Giuseppe Riggio, e la sottosezione di Erice con una folta rappresentanza di soci. Lo striscione con la scritta 'adesso bruciate anche noi" precedeva il lungo corteo dei manifestanti. Presente anche il sindaco di Custonaci. "Sarà una lotta lunga ma che vale la pena combattere, perché i delinquenti che appiccano il fuoco ci rubano il futuro", ha spiegato alle centinaia di partecipanti il presidente di Legambiente Sicilia, sodalizio che ha promosso la mobilitazione. Erano presenti anche le delegazioni delle altre associazioni che in Sicilia - come il CAI - gestiscono direttamente delle aree protette sulla base di una apposita convenzione con la Regione Sicilia e che sono ugualmente colpite dalla piaga degli incendi dolosi.

Cai Palermo, riapre il rifugio Marini

12 August 2020 | 09:54

12 agosto 2020 - Dopo un lungo periodo di chiusura legato all'emergenza Covid ha riaperto il Rifugio Marini a Piano Battaglia, struttura di fondamentale importanza per l'accoglienza turistica nelle alte Madonie in Sicilia.

Il Rifugio é inoltre rientrato nella piena disponibilità della Sezione di Palermo del Club alpino italiano, una volta scaduto il periodo quindicennale durante il quale l'Ente Parco delle Madonie ne ha curato direttamente la ristrutturazione ed il rilancio. Con i suoi 80 posti letto a 1570 metri di quota il rifugio Marini rappresenta oggi un riferimento indispensabile per chi frequenta le alte Madonie, sia in estate che in inverno, soprattutto dopo la chiusura definitiva o addirittura l'abbandono di altri alberghi della zona.

Università e Cai insieme per la seconda edizione di Climbing for climate

11 August 2020 | 09:35

11 agosto 2020 - La RUS – Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile, in collaborazione con il Club Alpino Italiano, organizza sabato 19 settembre la seconda edizione dell’ iniziativa Climbing for Climate.

La prima edizione, che ha visto l’ Università di Brescia in prima linea nell’ organizzazione con il supporto della Sezione del CAI di Brescia, ha avuto luogo il 19 luglio 2019 e ha visto salire sul ghiacciaio del Monte Adamello Rettori e delegati dei Rettori, oltre alla Presidente stessa della RUS. Link alla prima edizione di Climbing for climate: https://www. unibs. it/eventi/cfc-climbing-climate

La seconda edizione, diffusa su tutto il territorio nazionale, intende promuovere i temi dell’ Agenda 2030 attraverso la conoscenza dei territori e la mobilità attiva.

I Delegati RUS che aderiscono all’ iniziativa sono invitati ad organizzare un’ escursione aperta ai referenti sui temi dello sviluppo sostenibile della propria università , in collaborazione con le sezioni del CAI locali ed eventualmente con altre università e attori locali. Le escursioni si svolgeranno lungo i sentieri del CAI con preferenza per il “ Sentiero Italia CAI” .

SAT, riaprono i sentieri 541 e 580 nell'area del Catinaccio

10 August 2020 | 11:15

10 agosto 2020 - Lo scorso sabato 8 agosto, hanno riaperto, completamente ripristinati i sentieri 541 e 580 nell'area del Catinaccio

Alla fine di luglio 2019 il versante soprastante la conca di Gardecia, nel gruppo del Catinaccio venne interessato da violente precipitazioni che avevano provocato numerose frane, pertanto si dovette chiudere il sentiero 541 che scavalca il Pas da le Cigolade. L'importante tracciato che collega in quota il rifugio Roda di Vael e il Vaiolet, è stato oggetto nelle ultime settimane di vari interventi, realizzati su incarico della SAT e a conclusione degli stessi, da domani, sabato 8 agosto il sentiero sarà nuovamente percorribile.

Addio a Sergio Tomassoni, il ricordo del Cai Rieti

10 August 2020 | 09:12

10 agosto 2020 - E’ deceduto all’ età di 95 anni Sergio Tomassoni, Presidente della Sezione dal 1970 al 1977.
A lui si debbono tra l’ altro alcune della battaglie più importanti per la difesa dell’ ambiente del monte Terminillo.
Nel 1972, anche con esposti alla magistratura, si batte’ per il ripristino delle crestine, distrutte abusivamente con una ruspa, in prossimità dell’ arrivo della seggiovia del Conetto per facilitare l’ imbocco della pista di discesa “ nera” della “ Valle dell’ Inferno” . Battaglia che, seppur vinta, a tutt’ oggi non ha mai visto la realizzazione degli accordi raggiunti.
Altra battaglia importante combattuta dal Presidente Tomassoni è quella contro la realizzazione della strada del Monte Elefante, affrontando anche una burrascosa seduta del Consiglio Comunale di Micigliano.

Vipere e insetti, i consigli del CNSAS e della Società Italiana di Tossicologia

06 August 2020 | 12:40

6 agosto 2020 - Nell’ ambito del progetto “ Sicuri in Montagna” , il CnSaS e la SITOX (Società Italiana di Tossicologia)hanno pubblicato un una serie di consigli sui problemi legati al morso di vipera e alle punture degli insetti imenotteri.

La vipera è un ofide velenoso che ha subito nel tempo pregiudizi e credenze spesso sbagliate che inducono, ancora oggi, timori esagerati in molte persone. Nel breve contesto del comunicato stampa si cerca, senza banalizzazioni o inutili allarmismi, di definire i rischi da morsicatura di vipera e le precauzioni necessarie da adottare nelle escursioni in montagna.
Il rischio da punture di insetti
Nell'ambito delle precauzioni generali da adottare in montagna, nei boschi e luoghi impervi, il rischio di morsicature da parte di insetti va considerato con la giusta attenzione. Stiamo parlando delle punture di imenotteri quali api, bombi, vespe e calabroni. Dalla semplice tabella che mette in evidenza queste casistiche di intervento di soccorso, si evince, rispetto al quadro generale, una bassa incidenza che tuttavia non giustifica alcuna superficialità : le punture di imenotteri possono avere conseguenze spiacevoli.

La SAT si oppone alla realizzazione della A31 Valdastico Nord

05 August 2020 | 12:41

5 agosto 2020 - Nella seduta di mercoledì 29 luglio, il Consiglio direttivo della SAT ha approvato all'unanimità la mozione presentata dalle sezioni SAT di Besenello, Rovereto e Mori, con la quale si chiede di opporsi ad una pianificazione territoriale insostenibile, che vede nella realizzazione della A31 Valdastico Nord una politica viabilistica in netta controtendenza con l'esigenza primaria, sancita da Agenda 2030, di ridurre al minimo, emissioni, traffico, inquinamento acustico e ambientale.

Il testo redatto e condiviso da tutte le sezioni della Val Lagarina doveva approdare all'Assemblea dei Delegati lo scorso aprile, ma l'assise è stata sospesa a causa dell'emergenza Covid.

Tuttavia, prima del verificarsi di questa emergenza, i promotori della mozione avevano portato il tema in discussione negli incontri intersezionali durante i mesi di gennaio e febbraio 2020, illustrando le motivazioni con le quali si intende rigettare una infrastruttura fortemente impattante sulla vita delle popolazioni locali e sull'ambiente, impatto che avrebbe ricadute ben oltre la mera area interessata dai lavori.

Atti vandalici sul monte Sibilla, il commento del presidente del Cai Ascoli Piceno

05 August 2020 | 10:11

5 agosto 2020 - “ É l’ ennesimo episodio di pessimo comportamento in ambiente. Io credo e resto positiva sul fatto che questa massa di gente che si è riversata in montagna, col fatto stesso di frequentarla, imparerà gradualmente che cos’ è ” , spiega a Piceno News 24 la presidente del Cai Ascoli Piceno Paola Romanucci in merito alle deturpazioni impresse con vernice blu, che sono comparse qualche giorno fa sul Monte Sibilla.

A denunciare gli atti vandalici, con un post su Facebook è stato Alessandro Rossetti, biologo al servizio del parco nazionale dei monti sibillini. “ Tu, che sali sul Monte Sibilla portandoti una bomboletta di vernice spray per stuprare, con delle vomitevoli frecce blu, il luogo magico per eccellenza. Il simbolo dei nostri monti e della nostra terra. Forse pensavi di fare un servizio agli escursionisti? Una cosa utile? Cosa ti aspetti ora, gli applausi? Qualsiasi sia il "motivo" di questo gesto credo che non meriti questi luoghi. È da gente come te che dobbiamo difenderci. Da chi come te, incapace di provare empatia per la Natura, vuole cancellate la sacralità di questi monti per ridurli ad insulso luna park” , scrive Rossetti

La capanna Regina Margherita compie 40 anni

03 August 2020 | 16:12

3 agosto 2020 - Il 30 agosto 1980, l’ attuale capanna Regina Margherita apre le sue porte agli alpinisti che arrivano sulla punta Gnifetti del massiccio del Monte Rosa, a 4554 metri di altitudine. Sede della più alta stazione meteorologica d’ Europa e rifugio con 70 posti letto, nel 2020 la struttura compie 40 anni. In quattro decenni, almeno due generazioni di alpinisti si sono inerpicati fino alla capanna. Allo stesso tempo, grazie alla sua altezza elevata, il rifugio Cai è stato teatro di ricerche e sperimentazioni. Oggi, la stazione meteorologica è dotata di sensori che registrano la temperatura, la radiazione solare e la velocità del vento. “ Ci piace pensare alla Capanna Margherita come la ‘ sentinella’ che vigila sul Monte Rosa, montagna tanto possente quanto debole di fronte ai rapidi cambiamenti climatici che ne stanno minando, anno dopo anno, la stabilità e la fruibilità ” , spiega il sindaco di Alagna Valsesia Roberto Veggi.

In questo senso, le iniziative pensate dalle amministrazioni comunali di Alagna Valsesia e di Gressoney - La Trinité , in collaborazione con le sezioni Cai di Varallo Sesia, Alagna Valsesia e Gressoney - La Trinité vanno proprio nella direzione di unire l’ attenzione all’ ambiente alla divulgazione scientifica.

XXIII Cervinocinemountain e 23° Gran Paradiso Film Festival, le iniziative del Cai Valle d'Aosta

03 August 2020 | 15:30

3 agosto 2020 - Martedì 4 agosto, il presidente del Cai Valle d'Aosta Piermauro Reboulaz sarà il protagonista del Matinè è "La memoria del legno. Appunti di salvaguardia culturale". "Grazie alle suggestioni della Dott. ssa Roberta Bordon, direttrice Beni Culturali ecclesiastici della Diocesi di Aosta, e di Piermauro Reboulaz, restauratore di opere lignee, nonché presidente del CAI Valle d’ Aosta, ci accostiamo al ricco e spesso inedito patrimonio culturale valdostano, dove la frontiera fra artigianato e arte non è sempre percettibile", si può leggere sul sito web ufficiale del festival. Allo stesso tempo, il prossimo 6 agosto nell'ambito del Gran Paradiso Film Festival sarà inaugurata a Valsavarenche - Centro Visitatori - una postazione di salita virtuale al Gran Paradiso: il Cai fornisce attrezzatura esemplificativa necessaria, che rimarrà in esposizione fino al 6 di settembre. Al momento dell'inaugurazione di giovedì alcuni istruttori del Cai Valle d'Aosta terranno una breve esemplificazione su cosa mettere nello zaino.

Via degli Dei, riapre il sentiero del monte Gazzarro

03 August 2020 | 10:22

03 agosto 2020 - Lo scorso Giovedì 29 luglio 2020 i volontari del Gruppo sentieri della Sezione CAI di Firenze hanno terminato i lavori per il ripristino del sentiero di cresta del monte Gazzarro. Il sentiero era stato chiuso per motivi di sicurezza nel mese di dicembre dello scorso anno. Le violente precipitazioni dell’ autunno infatti avevano reso particolarmente scivoloso e instabile il passaggio facendo franare qualche tratto di sentiero rendendolo a rischio di incidenti.

Il sentiero che attraversa il monte Gazzarro è forse uno dei punti più belli e panoramici dell’ intero Appennino. Per questo motivo è percorso giornalmente da numerosi escursionisti amanti delle grandi traversate. I grandi panorami che si godono sia verso la valle di Firenzuola che verso il Mugello, infatti lo rendono estremamente attraente.

Sul sentiero CAI 00 oggetto dell’ intervento, passano vari percorsi: l’ anello SOFT 12, il sentiero europeo E1, il Sentiero Italia CAI che percorre la penisola da nord a sud. Ma probabilmente è conosciuto ai più per il frequentatissimo cammino della Via degli Dei che collega Bologna e Firenze attraversando l’ Appennino in cinque tappe. Inoltre per la bellezza dell’ ambiente, su questo sentiero si corre anche l’ oramai famosa garapodistica internazionale Ultra Trail Via degli Dei di 125 km da Bologna a Fiesole. Il tratto di sentiero in oggetto si trova tra la cima del monte Gazzarro a 1125 mt e la sella posta a 990 mt con il Poggiolino.

Vieni a trovarci

La sede di Pedara è aperta tutti i giovedì dalle ore 20:30 alle 22:30

Statuti e Regolamenti

METEO in Tempo reale
Monte ETNA 3290 metri s.l.m.
METEO in Tempo reale
Pedara 610 metri s.l.m.
METEO in Tempo reale
Linguaglossa 550 metri s.l.m.
METEO in Tempo reale
Nicolosi 700 metri s.l.m.
Previsioni meteo giornaliere
Monte ETNA 3290 metri s.l.m.
Previsioni meteo giornaliere
Pedara 610 metri s.l.m.
Previsioni meteo giornaliere
Linguaglossa 550 metri s.l.m.
Previsioni meteo giornaliere
Nicolosi 700 metri s.l.m.